Relais Santa Croce

Locali

Frequentata da studenti universitari e turisti da tutto il mondo, da professionisti del mondo della Moda e del Design, e con una storica tradizione di attori, cantanti e musicisti, Firenze è da sempre una città viva e in costante fermento.

Nonostante i Fiorentini detestino spostarsi in auto, a causa delle tante limitazioni del traffico, dei pochi parcheggi e delle salatissime multe che l’amministrazione comunale dispensa ai trasgressori, sembra che davvero non possano fare a meno di frequentare il centro per ritrovarsi per un aperitivo o per mangiare qualcosa insieme.

Il sabato pomeriggio uno dei percorsi più battuti va da Via del Corso a Borgo La Croce o fino a Piazza Beccaria. Si attraversa così il cuore di Firenze passeggiando tra boutiques, negozi, ristoranti e osterie, in un susseguirsi di emozioni e tentazioni.

La zona di San Nicolò, nei pressi del Ponte Vecchio, tra l’Arno e Piazzale Michelangelo è una delle più frequentate. Leggermente spostata rispetto al centro cittadino, è piena di ristorantini e locali che si attardano fino a notte inoltrata.

Soprattutto il giovedì, il venerdì e il sabato, i Lungarni si riempiono di gente di ogni età, che specie nella bella stagione ama ritrovarsi per bere qualcosa sulle sponde dell’Arno, che pullulano di osterie e wine bar.

A Firenze troverete anche molti caffè storici, quei “caffè concerto” dove si ritrovavano a inizio ’900 gli intellettuali e artisti che hanno dato vita a importanti movimenti culturali come i Macchiaioli o il Futurismo.

Piazza della Repubblica , Piazza della Signoria, Via Cavour e via de’ Tornabuoni sono le zone dove si trovano ancora i principali caffè storici, come ad esempio il Paskowsky, il Caffè Giubbe Rosse, il Procacci, o il Rivoire.

Proprio in uno di questi storici locali di Firenze, il Caffè Casoni in via de’ Tornabuoni, nacque nel 1919 il famoso cocktail Negroni, ideato dal conte Camillo Negroni che era solito ordinare “un Americano con un po’ di Gin”.

Nelle principali piazze del centro città e intorno al Duomo ci sono moltissimi pub ed enoteche, ideali per una birra fresca o per un bicchiere di Chianti, accompagnati da diversi stuzzichini, come ad esempio i celebri crostini toscani a base di fegatini, o gli ottimi insaccati e formaggi. Il tutto, ovviamente, con pane toscano rigorosamente senza sale.

Al centro della tradizione gastronomica toscana, Firenze offre una grande varietà di proposte per un pranzo o una cena.

Sono numerosissime le trattorie in cui assaporare i piatti più semplici della cucina locale, e per gli amanti dello street food ci sono moltissimi chioschi che offrono panini con trippe e lampredotto (un particolare tipo di trippa tipico di Firenze), alimenti tradizionali fiorentini, di gran gusto ma forse non adatti a tutti.
Non dimentichiamo che però anche in una “umile” trattoria si può trovare la classica fiorentina, il classico taglio di carne di razza Chianina fatta ai ferri.

Non mancano chiaramente le pizzerie, alcune persino molto esclusive, come il Via Vai di via Pisana, e i ristoranti di pesce che ripropongono le ricette della Toscana costiera.

Oltre alla cucina più semplice e tradizionale, capace in ogni caso di regalare genuine sensazioni di autenticità, Firenze è anche culla della gastronomia raffinata e d’eccellenza, con ristoranti di altissimo livello.

Ecco allora L’Enoteca Pinchiorri in via Ghibellina, o il Rossini, veri templi per i gourmet, o le contaminazioni come il giapponese Momoyama.

La sera Firenze si anima con molti club, disco e lounge bar, locali dove ascoltare musica dal vivo di ogni genere e tipo.

Anche a Firenze è ormai un classico l’happy hour, e la maggior parte dei locali che lo propone quasi sempre dà la possibilità di cenare fino a tarda notte.

Si svolgono inoltre spesso manifestazioni enogastronomiche e culturali davvero interessanti, come ad esempio Firenze – Terrazza con vista (Firenze – A Roof with a view), un evento che coinvolge hotel, ristoranti, edifici pubblici e abitazioni private per permettere di gustare un aperitivo o addirittura una vera e propria cena ammirando dall’alto delle più belle terrazze della città lo splendido panorama fiorentino.

Al Teatro del Sale, dopo la cena a buffet, si svolgono spesso spettacoli di vario genere, come concerti, cabaret o teatro. I posti sono però limitati, ed è necessario essere in possesso di una tessera associativa per accedervi. Se pensate di fermarvi qualche giorno a Firenze potrebbe essere l’occasione giusta per trascorrere una serata insolita.

Il Tenax e il Central Park sono invece i locali notturni più frequentati dal pubblico giovane, prettamente universitari, mentre il Club Montecarla è rinomato per le feste a tema del giovedì sera e l’atmosfera kitsch e surreale.