Baglioni Hotel Londra

Arte

Londra offre una scelta davvero eterogenea e vasta per gli appassionati d’Arte.
Ogni forma d’arte trova una sua collocazione, grazie ad alcuni tra i più importanti musei del mondo e alle innumerevoli gallerie sparse in tutta la città.

Fondata dai Romani nel I secolo d.C., Londra divenne presto un importante centro amministrativo e di comunicazioni, oltre che un porto commerciale per l’Europa continentale.
Per almeno mille anni è stata la principale residenza dei monarchi britannici, sede del governo, centro degli affari, magnificando il proprio prestigio arricchendosi di palazzi storici, opere monumentali e bellezze artistiche di ogni epoca e provenienti da ogni parte del mondo, in particolare dalle colonie.

La vocazione per l’arte della città è confermata anche dalla presenza di antiche e prestigiose case d’aste. La Sotheby’s, fondata nel 1744, ha tale fama che alcune aste da essa organizzate assumono una risonanza mondiale.

Fatta eccezione per le mostre temporanee, tutti i musei nazionali offrono l’ingresso gratuito. A pagamento è possibile disporre di ottime audioguide in diverse lingue.
Le esposizioni sono sempre curate magistralmente e arricchite con tecniche multimediali al fine di valorizzare e trasmettere al meglio il significato delle opere. Non di rado sono previsti guide e percorsi particolari per avvicinare all’arte i bambini.

Il British Museum è il più antico museo pubblico del mondo, che conserva nelle sue 94 gallerie una collezione che abbraccia oltre duemila anni di storia e cultura mondiale.
Nel museo si trova anche la British Library, la cui sala di lettura è stata frequentata dai più grandi pensatori dell’epoca moderna, come Karl Marx, Gandhi e George Bernard Shaw.
Tra i tesori del museo non si possono perdere i Marmi di Elgin e i magnifici rilievi greci del V secolo a.C. provenienti dal Partenone. Ma anche le mummie egizie, i preziosi vangeli miniati, le sculture maya, i mosaici aztechi, le splendide statue indù.

Chi ama la pittura, in particolare il Rinascimento Italiano, la scuola olandese e quella spagnola del XVII secolo, resterà sicuramente appagato dalla National Gallery, con i suoi oltre 2200 dipinti quasi tutti in esposizione permanente. Se non avrete a disposizione le ore che servono a visitare tutte le gallerie, dedicate la vostra visita a la Venere allo Specchio di Velázquez, l’Annunciazione di Filippo Lippi, L’adorazione dei Magi di Pietr Brueghel il Vecchio, lo straordinario disegno di Leonardo da Vinci che ritrae Sant’Anna con la Vergine, il Bambino e San Giovannino.
Per una pausa di ristoro, consigliamo il ristorante situato nella Sailbury Wing.

Se siete incuriositi dai fenomeni paranormali o amate gli intrighi di corte, la cupa Torre di Londra, famigerata prigione dei nemici della Corona, antico luogo di torture ed esecuzioni, potrà soddisfare le vostre curiosità. Oltre agli inquietanti segni della sua antica funzione, la Torre di Londra custodisce i Gioielli della Corona, la più famosa collezione di preziosi al mondo.

Se invece volete fare un giro del Mondo in un paio di giorni (uno non basterebbe), il Victoria & Albert Museum è quello che fa per voi. Definito da un suo direttore “una valigetta estremamente capiente”, il “V&A” contiene una delle più eclettiche e ricche collezioni di belle arti e arti applicate del mondo, in 11 km di gallerie suddivise nei paesi di provenienza delle opere o in tecniche e materiali, tutte costantemente aggiornate. Segnaliamo la Dress Collection, dedicata alla Moda dal 1600 ai giorni nostri, e la scintillante sala dei gioielli.
Il V&A è stato il primo museo al mondo ad includere un ristorante. Ancora oggi il caffè del museo è situato nelle spettacolari sale originali, le Refreshment Rooms, decorate dai più influenti artisti inglesi della fine dell’800, Morris, Paynter an Gamble.

Stupefacente meta per gli appassionati d’arte moderna e contemporanea è la Tate Modern, parte di un complesso di quattro musei di stato: Tate Britain, Tate Liverpool, Tate St Ives e Tate Modern. In tutto si tratta della più grande collezione al mondo di opere internazionali del XIX e XX secolo.

La Tate Modern sorge sulla riva sud del Tamigi, in un ex centrale termoelettrica riconvertita dagli architetti Herzog & de Meuron e inaugurata nel 2000.
Un avveniristico ponte pedonale, il Millennium Bridge, collega il museo alla cattedrale di St Paul sulla sponda opposta.

La collezione permanente della Tate Modern è esposta al terzo e al quinto piano dell’edificio, al secondo e al quarto vi sono mostre temporanee. L’immensa Sala delle Turbine, che un tempo ospitava i generatori elettrici della centrale, viene utilizzata tra ottobre e marzo per esporre opere appositamente commissionate ad artisti contemporanei.
La collezione permanente ospita tutti i movimenti pittorici del XX secolo, come il Fauvisme (Matisse, Derain), il cubismo (Picasso, Braque, Léger), il Futurismo (Severini, Boccioni), l’Espressionismo (Munch), ma sono presenti anche opere dei periodi precedenti di artisti del calibro di Cézanne, Van Gogh, Renoir, Gauguin, Monet, Kandinsky. Infine, le opere astratte di Jackson Pollock e i capolavori Pop di Andy Warhol e Roy Lichtenstein.

Esiste un collegamento fluviale lungo il Tamigi, effettuato con un’apposita imbarcazione tra la Tate Modern e la Tate Britain per i visitatori delle due gallerie.

La Tate Britain presenta la più grande collezione d’arte britannica del mondo. Potete esplorare più di 500 anni di creatività comprendenti artisti britannici famosi che vanno da JMW Turner, Thomas Gainsborough, John Constable, i Pre-Raffaelliti e William Blake a David Hockney, Francis Bacon ed alle opere contemporanee della serie Art Now.

Chi ama la Tate Modern di solito apprezza anche una visita al Design Museum, che espone il meglio del design internazionale del ventesimo secolo con un programma in costante evoluzione. Non trattandosi di un museo nazionale l’ingresso è a pagamento.